Manuale di Medicina Estetica Tomo 2 – Diagnosi in Medicina Estetica
Emanuele Bartoletti, Fulvio Tomaselli

125,00 IVA inclusa

La Medicina Estetica nasce in Italia nel 1975 ad opera del Prof. Carlo Alberto Bartoletti, che fonda la Società Italiana di Medicina Estetica SIME, e getta, con il suo primo Editoriale del 1977, le basi per quelli che sono i principi e le finalità della Medicina estetica: “….Il cui scopo ultimo è la costruzione e la ricostruzione dell’equilibrio psicofisico”

  • Autori: Emanuele Bartoletti, Fulvio Tomaselli
  • Lingua del testo: Italiano
  • Data di pubblicazione: 03/2016
  • Confezione e Formato: Cartonato (20x28 cm)
  • Numero di pagine: 240
  • Marchio: ActaMedica
  • Codice ISBN: 978-88-97438-50-2
Categories: , SKU: 978-88-97438-50-2

Descrizione

La consultazione medico-estetica, come è stata delineata dalla Scuola Internazionale di Medicina Estetica è mirata ad ottenere, nell’ambito di una valutazione clinica globale, l’inquadramento dell’inestetismo denunciato, e a proporre poi un programma preventivo generale ed un eventuale programma correttivo, se necessario.

125,00 IVA inclusaAggiungi al carrello

Additional Information

Weight0,832 kg

Visti di recente...

Tabloid di Ortopedia

30,00 IVA inclusa

Tabloid di Ortopedia è un mensile di informazione, cultura e attualità per gli ortopedici, i reumatologi e i fisiatri italiani.

7 numeri + 1 speciale SIMFER

In offerta!

Trattato di biomeccanica podalica

93,10 IVA inclusa

Questa pubblicazione è il lavoro di anni di studio ed è la sintesi dei risultati raggiunti con particolari indagini eseguite con la scannerizzazione tridimensionale del sistema scheletrico podalico esaminato con tecnica 3D. Tale metodica ha consentito di approfondire la conoscenza di ogni singola articolazione podalica sia riguardo la conformazione geometrica sia dei moti che ne derivano.

La riabilitazione post chirurgica della spalla

95,00 IVA inclusa

In questo libro gli autori mostrano come sia possibile lavorare in un team ortopedico-fisioterapista. Ogni capitolo spiega chiaramente il ruolo del chirurgo ortopedico e del fisioterapista al fine di assicurare un recupero senza problematiche dell’infortunio sia nel trattamento conservativo che chirurgico.