La responsabilità medica nelle prestazioni a finalità estetica
Antonino Araco

60,00 IVA inclusa

Il pregio del libro è quello di aver saputo trattare la tematica della responsabilità medica attraverso l’uso di un linguaggio che lo rende comprensibile sia agli esercenti la professione sanitaria sia agli operatori del diritto, destinato a diventare sicuramente un valido strumento di lavoro per entrambe le categorie di professionisti.

  • Autori: Antonino Araco
  • Lingua del testo: Italiano
  • Data di pubblicazione: 05/2017
  • Confezione e Formato: Brossura (21x29,7 cm)
  • Numero di pagine: 75
  • Marchio: ActaMedica
  • Codice ISBN: 978-88-97438-06-9
Categories: , , , SKU: 978-88-97438-06-9

Descrizione

Al fine di fornire all’interprete (medico e legale) un elemento obiettivo ed oggettivo per la definizione della causa del danno biologico riportato dal paziente dopo prestazioni di medicina e chirurgia estetica, ho analizzato la maggior parte degli eventi produttivi di danno biologico e li ho classificati in tre distinte categorie di rischio medico legale. Antonino Araco

Il danno estetico o fisiognomico consiste nella lesione dell’aspetto esteriore della persona ed è una componente del danno biologico, ossia del danno non patrimoniale.
Ne deriva che il danno estetico non viene liquidato autonomamente ma, appunto, quale componente del danno biologico.
A tal proposito la Corte di Cassazione, nel ribadire il concetto di unitarietà del danno non patrimoniale, ha precisato che “lo stesso pregiudizio di tipo estetico viene abitualmente risarcito all’interno del danno biologico, inclusivo di ogni pregiudizio diverso da quello consistente nella diminuzione o nella perdita della capacità di produrre reddito, tra cui appunto il danno estetico e alla vita di relazione. Come ha già avuto modo di statuire questa Corte, poiché il danno biologico ha natura non patrimoniale e il danno non patrimoniale ha natura unitaria, è corretto l’operato del giudice di merito che liquidi il risarcimento del danno biologico in una somma omnicomprensiva, posto che le varie voci di danno non patrimoniale elaborate dalla dottrina e dalla giurisprudenza [danno estetico, danno esistenziale, danno alla vita di relazione, ecc.] non costituiscono pregiudizi autonomamente risarcibili [v. Cass. n. 24864/010]”103.

60,00 IVA inclusaAggiungi al carrello

Additional Information

Weight0.350 kg

Potrebbero interessarti anche…

Visti di recente...

La tecnica mini-invasiva anteriore nella chirurgia protesica dell’anca

120,00 IVA inclusa

La riduzione dell’aggressività chirurgica, l’accorciamento delle tempistiche operatorie, la diminuzione dei danni tessutali, la riduzione delle perdite ematiche e del fabbisogno trasfusionale, la diminuzione del dolore post-operatorio, con miglioramento della possibilità di controllo farmacologico, la riduzione della degenza ospedaliera, il più rapido e agevole recupero funzionale e il più veloce raggiungimento del risultato clinico finale rappresentano gli aspetti fondamentali oramai consolidati nell’esperienza clinica comune della tecnica mini-invasiva.

Semeiotica clinica del piede

90,00 IVA inclusa

La semeiotica clinica rappresenta uno strumento essenziale all’interpretazione statica e dinamica della patologia del piede. La valutazione anamnestico-clinica deve precedere la consultazione degli esami strumentali, i quali potrebbero erroneamente condizionare la corretta interpretazione delle problematiche cliniche riferite dal paziente.
Il testo-atlante descrive l’approccio clinico a un organo di senso e di moto unico come il ‘piede-caviglia’ attraverso il modello didattico della narrazione iconografica, utile al medico per riconoscere i paramorfismi dei quadri patologici.

Anello pelvico e acetabolo – Lesioni traumatiche

220,00 IVA inclusa

Questa nuova edizione, rivista, aggiornata e arricchita di contenuti, porta il best seller della casa editrice nelle librerie dei traumatologi italiani con un unico volume di più di 600 pagine. La prima edizione dell’opera, suddivisa in due volumi, è datata 2000; seguì la seconda edizione, sempre in due volumi, nel 2012. Ora, a distanza di più di vent’anni e con centinaia di copie vendute, il libro di Zinghi e Pascarella si rinnova in una terza edizione, ideata in un unico grande volume, aggiungendo contenuti aggiornati alla ricchezza esplicativa delle tavole anatomiche, degli schemi e dei disegni, per ridefinire l’opera come punto di riferimento sull’argomento anche per le generazioni future di ortopedici.