Filler – Manuale illustrato di tecniche iniettive
Giuseppe Sito

109,00 IVA inclusa

Efficaci, versatili e relativamente sicuri, i filler dermici sono tra i trattamenti più richiesti in medicina estetica . Questo libro permetterà ai medici estetici di comprendere le nuove tecniche di iniezione e di capire quale filler scegliere, mantenendo comunque un’ottica incentrata sul risultato naturale e sull’aspettativa del paziente.

Disponibile anche in Inglese

  • Autori: Giuseppe Sito
  • Lingua del testo: Italiano
  • Data di pubblicazione: 07/2020
  • Confezione e Formato: Cartonato (17x24 cm)
  • Numero di pagine: 207
  • Marchio: ActaMedica
  • Codice ISBN: 978-88-97438-61-8

Descrizione

80 illustrazioni

128 fotografie

29 video

Mi sono reso conto che quello che manca a noi medici estetici è un libro con nozioni pratiche che descrivano esattamente “dove, come e che cosa”, un volume che ci porti per mano e con le giuste illustrazioni spieghi fin dove dobbiamo arrivare e cosa creare, perché l’uso dei filler è un’arte che ci spinge e ci aiuta a creare, a svelare la bellezza che è già nei nostri pazienti, a riportarla a galla, così come lo scultore muove lo scalpello su di un marmo solo apparentemente inanimato.
Ho voluto inserire nel volume dei video in alta definizione che davvero possano mostrare a ciascuno di voi come e dove mettere le mani e la siringa, così che le vostre manovre siano innanzitutto scevre di pericoli e diano a tutti noi, anche a me, la soddisfazione di veder nascere un’opera d’arte».
Giuseppe Sito

Quella del sopracciglio rappresenta un’area piccola ma dalla valenza estetica importante. In questi anni sono state condotte numerose ricerche in medicina estetica e ora è possibile ottenere un’elevazione e un fisiologico aumento del rilievo con l’uso di filler, talvolta combinato con la tossina botulinica.
Normalmente si aumenta leggermente di volume il terzo laterale del sopracciglio, la cosiddetta coda, area ove sono anche presenti il maggior numero di peli e per far questo si procede a un’iniezione retrograda di 0,4-0,6 ml di acido ialuronico, preferibilmente resiliente e biodinamico, capace cioè di seguire i movimenti del volto pur essendo fermo in loco con effetto correttivo, e con un medio G’. Si procede poi a un massaggio modellante. La durata media sarà di 8-9 mesi, le complicanze assenti e il grado di soddisfazione elevatissimo.

Prima di approcciare una correzione zigomatica, è buona norma disegnare ovvero delimitare l’area di aumento, che corrisponderà per lo più alla protuberanza zigomatica anteriore.
La tecnica di Hinderer consiste nel tracciare due linee, una che va dalla commissura labiale al canto omolaterale e l’altra dal trago all’ala nasale omolaterale. Nell’intersezione tra le due linee si adagia un’ellisse con l’asse maggiore sulla linea tragale, che è quasi sempre intorno ai 4 cm. L’infiltrazione può essere praticata con ago o con cannula.

 

109,00 IVA inclusaAggiungi al carrello

Additional Information

Weight0,79 kg

Potrebbero interessarti anche…

Visti di recente...

I peeling chimici nella pratica clinica

120,00 IVA inclusa

Questo testo è uno strumento unico nel suo genere, che può permettere al medico estetico di affrontare con cautela, ma senza paura, le patologie e gli inestetismi sensibili alle sostanze usate come agenti peeling.

Estetica dei tessuti orali e periorali in odontoiatria

150,00 IVA inclusa

Mai come oggi, un approccio multidisciplinare in Odontoiatria trova una sua validazione e necessità. Si tratta dell’estetica, della medicina estetica del sorriso e del viso, nel tentativo di costruire una visione più ampia che esca dal tecnicismo dell’odontoiatria dente orientata che si dedichi, invece, alla persona nella sua complessità.

Aesthetic mammaplasties

350,00 IVA inclusa

English language, also available in Italian

The Author guides the reader through the various chapters explaining with confident simplicity
the different problems, difficulties and ways to overcome them as well as the many surgical
techniques, not only the ones considered “trendy” but also those that are sometimes wrongly
thought to be a little obsolete, providing the most appropriate information for each one. It is like
having access to a learned “user’s manual”.

Evoluzione nel trattamento del piede piatto dell’adolescente e dell’adulto Vol. 31 SICP

60,00 IVA inclusa

Il piede piatto è la più comune condizione dismorfica del piede presente a ogni età. La sua definizione fa riferimento a una protrusione mediale e plantare della testa astragalica che determina l’appiattimento dell’arcata plantare e l’aumento della superficie di appoggio della pianta del piede, associata in genere a una deviazione o atteggiamento del valgismo del calcagno.
L’intento di questo libro è quello di fornire gli elementi utili per compiere una corretta diagnosi, classificazione e scelta del trattamento adeguato nel paziente adolescente e nell’adulto.